Pate ITspenden IT
Pagina di arrivo » Progetti » Acqua-Vita-Pace

Risanamento di basi militari e corsi fluviali

 

Attraverso progetti locali avviati nelle Filippine per il risanamento di basi militari e corsi fluviali, Green Cross Svizzera sta favorendo il ristabilimento di risorse idriche contaminate da catastrofi militari e industriali. Residui chimici tossici inquinano la falda acquifera, mettendo a repentaglio la salute delle persone. In una prima fase viene fatta una valutazione del grado di inquinamento allo scopo di garantire l'efficacia dell'opera di risanamento. Ai progetti di risanamento, finalizzati a un durevole miglioramento della situazione sanitaria della popolazione, si affiancano iniziative informative e di aggiornamento.

 

Soluzione di conflitti per l'acqua

 

Nel Burkina Faso e in Medio Oriente, Green Cross Svizzera affronta i conflitti generati dalla penuria idrica con progetti di mediazione.

 

Come importante passo nei tentativi di pacificazione tra Israele e Palestina, il progetto di mediazione prevede un'analisi del fabbisogno e della disponibilità d'acqua. Tale analisi, redatta da esperti nazionali e internazionali, è intesa a creare una base decisionale per gli esponenti politici israeliani e palestinesi.

 

Nell'africano Burkina Faso viene data priorità all'incentivazione di una gestione sostenibile del bacino idrografico del fiume Volta e al potenziamento dell'infrastruttura di irrigazione agricola a favore dei gruppi demografici svantaggiati. Uno sfruttamento oculato della risorsa acqua potrà soddisfare il fabbisogno alimentare e quindi prevenire l'insorgenza di imminenti conflitti legati alla carenza idrica.

 

Il programma L’Acqua per la Vita e la Pace è diretto dal Dr. Stephan Robinson, Green Cross Svizzera, sviluppato e realizzato in collaborazione con il Blacksmith Institute, UNEP, FAO, WHO, la Banca Mondiale e partner locali. Il programma è sostenuto dalla Direzione dello Sviluppo e della Cooperazione (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), dal Global Environment Facilty (GEF) e da diversi sponsor.

Versteigerte Climate-ART-Skulptur erzielte
20 000 Franken

 

Für ihre grosszügige Spende zugunsten unseres Projektes «Nachhaltige und CO2-neutrale Wasserversorgung in Burkina Faso» danken wir:

 

Blue Tech, Winterthur; Briner AG, Winterthur; Clean Tech Invest AG, St. Gallen; Counselnet AG, Baar; Hausammann René; Isliker Peter; Isliker Magnete AG, Andelfingen; Kuoni AG, Zürich; Leue & Nill International (Schweiz) AG, Zürich; Leplan AG, Winterthur; Stadler Winterthur AG, Winterthur; SIGG AG, Frauenfeld; Kurt Wyssmüller

 

Diese Donatoren haben an der Gruppenauktion an der Blue Tech in Winterthur am 19. September 2009 für die Climate-ART-Skulptur Sunpower insgesamt 20 000 Franken geboten. Der Verkaufserlös wird nun für das Green-Cross-Wasserprojekt in Burkina Faso eingesetzt.

 

Conto per le offerte a Green Cross Svizzera: PC 80-576-7 IBAN CH02 0900 0000 8000 0576 7